Il Cdm vara il Decreto del fare
17 giugno, 2013, in News
Si tratta di un pacchetto di norme che spazia dalle agevolazioni per il credito delle pmi ad Equitalia, dal taglio del numero di processi allo sblocco delle opere infrastrutturali. Sono le oltre 80 norme contenute nel cosiddetto decreto in questione.
In particolare per quanto riguarda Equitalia viene previsto il beneficio della rateizzazione da parte di Equitalia con la possibilità di usufruirne fino a 8 rate non pagate e non consecutive (attualmente ilbeneficio decade dopo 2 rate consecutive). Inoltre, niente più espropri da parte di Equitalia sulla primacasa a meno che non si tratti di un immobile di pregio.
foto Il Cdm vara il Decreto del fare

Espropriazione immobiliare

La novità più importante contenuta nel Decreto riguarda l'impossibilità da parte di Equitalia di procedere all'espropriazione dell'immobile del debitore quando trattasi dell'unico immobile di sua proprietà, adibito a uso abitativo e costituisce la sua residenza anagrafica.

Anche quando l'immobile non ha le suddette caratteristiche, il concessionario potrà procedere solo se l'importo complessivo del credito supera i 120.000 euro oppure se sia stata iscritta ipoteca e siano passati inutilmente sei mesi senza che sia stato effettuato il pagamento.

Per il pignoramento dei beni strumentali la misura cautelare potrà essere adottata nei limiti del quinto del valore dei beni strumentali stessi, inoltre la custodia degli stessi beni deve rimanere affidata al debitore e che il primo incanto per la vendita non possa avere luogo prima di trecento giorni dallo stesso pignoramento.

Viene ampliato da 15 a 60 giorni il termine per il pagamento da parte del terzo pignorato (datore di lavoro) e in caso di accredito dello stipendio su conto corrente il pignoramento non può colpire l'ultimo stipendio accreditato.

Per decadere dal beneficio della rateazione bisognerà saltare non più due rate consecutive ma otto.

Sviluppo

Le banche potranno firmare convenzioni con la Cassa Depositi e Prestiti per accedere ad anticipi da utilizzare per concedere alle imprese "finanziamenti a tasso agevolato per l'acquisto di macchinari, impianti e attreazzature nuove di fabbrica a uso produttivo". Sull'operazione potrà esserci la copertura del Fondo di garanzia dell'80%.

I finanziamenti avranno durata massima di 5 anni, per un valore massimo di 2 milioni per ciascuna impresa.

Finanziamenti

Cassa depositi e prestiti Spa potrà fornire liquidità alle banche per finanziare l'erogazione di mutui ipotecari per l'acquisto della prima casa.

Di che ti piace
  • facebook
  • google plus
  • twitter
Commenti
Nome (obbligatorio)
Cognome (obbligatorio)
Email (obbligatoria; non verrà pubblicata)
captcha
trascrivi qui le lettere che vedi nell'immagine
Nessuno ha ancora commentato questo post. Puoi essere tu il primo a farlo!